Uncategorized

Progetti

  • IMPRESA SOCIALE

Il nostro progetto d’impresa sociale si rivolge principalmente alle donne; nasce da una richiesta della comunità del villaggio di Dinderesso.
Qui produciamo, con materie prime locali, prodotti cosmetici di qualità, naturali, a zero impatto ambientale. La produzione attuale consiste principalmente in sapone a base di burro karité.

La vendita avviene sia sul mercato locale che su quello italiano (il prodotto, 100% naturale, è certificato dal Ministero della Sanità burkinabé e registrato per l’importazione in UE).

Il nostro obbiettivo è generare sufficiente ricchezza comune per sviluppare servizi sociali di base oggi quasi inesistenti e tali da migliorare la qualità di vita di tutto il territorio.

Perché impresa sociale

problema: prodotti cosmetici sul mercato africano scadenti e spesso dannosi per la salute/possibilità: utilizzare le risorse locali nella lavorazione di prodotti di cosmesi di alta qualità

problema: scarsa alfabetizzazione, alto tasso di disoccupazione/possibilità: formazione e sviluppo

problema: inquinamento e totale mancanza di sistema di servizi di smaltimento rifiuti/possibilità: sensibilizzazione, difesa dell’ecosistema, riciclo.

  • EDUCATION

Ci rivolgiamo ai giovani della città di Bobo Dioulasso, della fascia d’età compresa tra i 4 e i 20 anni.

Il nostro obiettivo, in un contesto molto deprivato e in un tessuto sociale meno inclusivo rispetto a quello dei villaggi rurali, è offrire strumenti per lo sviluppo delle potenzialità dei giovani e orientarli verso una crescita di inclusione sociale.

La trama su cui si tesse il rapporto con i ragazzi è fatta di attività fisica (attualmente capoeira) e artistica (scuola di percussioni). Attraverso di esse ci confrontiamo e cresciamo con loro.

L’ attenzione è posta su regole, rispetto, dialogo, creatività, autostima e alla valorizzazione della tradizione.

Aiutiamo inoltre i ragazzi negli studi mirando a limitare la dispersione scolastica attraverso attività di sostegno e borse studio per i più meritevoli.

Il nostro desiderio è che, attraverso il rapporto di fiducia reciproca che stiamo costruendo, i nostri ragazzi possano un domani prendere in mano da protagonisti i progetti di impresa sociale che ci vedono coinvolti sul territorio.

Le attività si svolgono grazie al sostegno di donatori italiani e grazie ai fondi che derivano dalle attività di turismo culturale e solidale.

Perché inclusione sociale:

problema: analfabetismo femminile/possibilità: formazione lavoro ed emancipazione femminile

problema: 45,2% della popolazione sotto i 14 anni di età, scuole di bassa qualità/possibilità: coinvolgere i giovani in percorsi educativi ludico ricreativi e di supporto scolastico con obbiettivo

  • CENTRO DI SCAMBIO CULTURALE

Abbiamo scelto e acquisito in affitto insieme al partner africano una sede adatta a tutte le attività che si stanno sviluppando in Burkina Faso.

Lo spazio è pensato non solo come sede operativa, ma anche come struttura di accoglienza per visitatori nell’ottica di un turismo culturale e solidale che contribuisca allo scambio culturale e alla visibilità dei nostri progetti.

La corte si trova a Bobodioulasso (capitale culturale del Burkina Faso) nel Settore 21 ed è stata attrezzata per ospitare 10/14 visitatori.

Le iniziative di accoglienza sono rivolte a persone interessate a visitare il paese e le sue bellezze naturali, a conoscere in prima persona i progetti di cooperazione, a studiare danza e percussioni africane attraverso stage condotti dai migliori maestri burkinabè.